Accesso ai servizi

Mercoledì, 21 Ottobre 2020

ALLUVIONE 2020 - Danni alluvione: Disposizioni regionali per cittadini, imprese - ed attività agricole


Vedi anche: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/sviluppo/danni-alluvione-prime-indicazioni-per-cittadini-imprese

Danni al patrimonio edilizio privato.
Si evidenzia, innanzitutto, che la procedura rispetto a precedenti eventi presenta delle modifiche. Le segnalazioni dei danni devono essere comunicate, a cura del privato, al Comune in corrispondenza del quale si è verificato il danno mediante il Modulo B1 ”Ricognizione dei danni subiti e domanda di contributo per l’immediato sostegno alla popolazione”, predisposto dal Dipartimento di ProtezioneCivile (allegato alla presente). Si segnala che il modulo rappresenta sia una scheda di ricognizione danni che una domanda per attivare le prime misure di immediato sostegno al tessuto sociale nei confronti dei nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa risulti compromessa. Tali primi aiuti saranno erogati nel limite massimo di € 5.000,00 (art. 7, comma 3 O.C.D.P.C. n. 710/2020). Tali fondi verranno stanziati in una successiva fase dal Consiglio dei Ministri, a ricognizione avvenuta.La ricognizione dovrà essere condotta per tutte le abitazioni anche per quelle diverse dalla principale in
modo da avere subito un quadro completo dei danni. Per le domande di contributo dei danni alle abitazioni principali andrà apposta la marca da bollo come previsto dalla modulistica, che potrà anche essere apposta nel momento in cui saranno disponibili i fondi necessari. Per le abitazioni non principali, trattandosi di una ricognizione, non è necessario apporre alcuna marca da bollo. Si consiglia di far descrivere ai privati nel modulo B1 tutti i danni verificatisi, quantificandoli. Nel momento in cui saranno stanziati i fondi, verranno definiti i criteri e si stabilirà quali danni ammettere a contributo.
Danni alle attività economiche e produttive.
Le segnalazioni dei danni devono essere comunicate, a cura dell’impresa, al Comune in corrispondenza del quale si è verificato il danno mediante il Modulo C1 predisposto dal Dipartimento di Protezione
Civile (allegato alla presente). Si segnala che il Modulo rappresenta sia una scheda di ricognizione danni subiti che una domanda di contributo per l’immediata ripresa delle attività economiche e produttive, sulla base di apposita relazione tecnica contenente la descrizione delle spese a tal fine necessarie. Tali primi aiuti saranno erogati nel limite massimo di € 20.000,00 (art. 7, comma 3 O.C.D.P.C. n. 710/2020) .
Sempre a seguito della suddetta ricognizione, il Commissario delegato provvederà a definire i criteri e le modalità attuative utili ai fini dell’istruttoria comunale per il riconoscimento dei contributi ai beneficiari.
Per le domande di contributo dei danni alle attività economiche e produttive la marca da bollo prevista dalla modulistica potrà anche essere apposta nel momento in cui saranno comunicate le risorse economiche disponibili.

Collegamenti:
Danni al comparto agricolo a seguito dell’alluvione del 2-3/10/2020

Documenti allegati: