Castello Ducale di Aglie

Prima di passare nel '700 ai Savoia, fu la dimora del conte e letterato Filippo d'Agliè, che trasformò in palazzo il vecchio castello fortificato.

In questa residenza, con ben trecento stanze, che nel primo '800 fu scelta per la villeggiatura dal re Carlo Felice e da lui fatta in parte ridecorare e riarredare, sono da ammirare il grande salone da ballo affrescato e stuccato, la quadreria e una preziosa collezione di reperti archeologici.

L'edificio è attorniato da un giardino all'inglese e all'italiana e da un grande parco con alberi centenari, con bella fontana decorata da statue settecentesche